A pochi passi dalla Basilica di Santa Maria Novella c’è la farmacia più antica d’Europa che continua a lavorare incessantemente: è l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. Visitabile gratuitamente, al suo interno è possibile acquistare profumi e preparati farmaceutici che produce.

LA STORIA

La storia della Farmacia di Santa Maria Novella ebbe inizio nel 1221 quando i frati domenicani della Basilica omonima iniziarono a coltivare erbe per produrre medicinali per il loro convento. Nel 1612 fra Angiolo Marchissi decise di aprirla al pubblico e, da oltre 500 anni, continua a vendere medicinali, elisir, profumi e prodotti di bellezza.

La fama dei suoi prodotti arrivò anche nei paesi europei e vennero esportati perfino in India e in Cina.

Nel 1886 i frati lasciarono il controllo dell’antica farmacia al comune a seguito delle confische dei beni della chiesa ma il suo antico splendore viene tutt’oggi tutelato con cura maniacale, al punto che basta attraversare il portone d’ingresso per essere catapultati in un’altra epoca.

Oggi non è più una farmacia bensì un’erboristeria/profumeria e ha preso il nome di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. Nonostante ciò, segue ancora le ricette tradizionali dei frati e utilizza gli antichi metodi di preparazione.

COSA VEDERE NELLA FARMACIA

Quella che oggi è una profumeria-erboristeria si trova in un vero e proprio ambiente monumentale fatto di mobili in noce, pavimenti in marmo, volte affrescate, lampadari preziosi, ampolle e anfore che custodiscono gelosamente antiche ricette e spezie.

Per entrare nell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella si passa attraverso la Grande Sala Vendita, in origine una cappella che nel XVIII secolo fu adibita a magazzino e successivamente ristrutturata nel 1848 per diventare la zona di accoglienza dei clienti.
Nella sala di vendita è ancora oggi custodito gelosamente l’Aceto dei sette ladri, una preparazione utilizzata nel 1300 da sette ladri che – grazie a quell’aceto – spogliavano i cadaveri degli appestati senza venire contagiati dal terribile morbo.

Sulla destra si accede alla Sala Verde, realizzata tra il 1335 e il 1337 per diventare l’infermeria del convento. È da qui che prese il via l’attività commerciale. Trasformata nel Settecento in sala per ricevere gli ospiti, sollazzandoli con bevande calde ed elisir, è decorata con stemmi, busti marmorei e ritratti (tra cui quelli di tutti i direttori della Farmacia dalle origini a oggi).

La Sala dell’Antica Spezieria è invece quella che dal 1612 al 1848 fu adibita alla vendita dei prodotti realizzati dei frati domenicani. Qui si trovava la sala vendite originaria che ancora oggi conserva mobili e armadi seicenteschi splendidamente intagliati. La sala è decorata con stucchi sul soffitto che raffigurano animali fantastici, frutti e fiori.

L’ambiente noto come Sagrestia era un tempo l’aromateria, o ‘Stanza delle Acque’. Qui infatti si conservavano le acque distillate. Il restauro avvenuto nel 2012 ha riportato alla luce affreschi originali del XIV secolo, che rappresentano la Passione di Cristo realizzata dal Mariotto di Nardo.

 C’è anche un piccolo museo che ripercorre la storia dell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. Si trova nella stanza che un tempo ospitava le macchine di produzione in cui è possibile ammirare alcuni oggetti impiegati in epoche passate come vasi, ceramiche e accessori dello speziale.

Una volta finita la visita, ci si può rilassare nella Tisaneria, dove c’è la possibilità di degustare alcune specialità. Infatti, oltre ai prodotti cosmetici, profumi, acque distillate, sali, prodotti erboristici, l’azienda produce liquori, cioccolato, tisane, miele e biscotti.

VISITE

La Farmacia di Santa Maria Novella si trova in Via della Scala, 16 ed è aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 20.00.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Scopri di più sul blog di Effeforniture.

Seguici sui social.

 

 

Richiedi informazioni

Chiamaci allo 0773.18.52.151

Contattaci

Continua a leggere